UA-57876740-2 UA-57876740-2

Runlover

Ho già detto che corro, no? Ovviamente corro assolutamente a caso. Un po’ qua e un po’ là. E altrettanto ovviamente nessuno delle persone che mi conosce, soprattutto gli amici più longevi, quelli che mi hanno visto affezionarmi come ad un figlio al barattolo da 5 kg di nutella regalatomi per la laurea, non credono affatto che io corra davvero. Giuro che lo faccio. Ne sono praticamente dipendente.

L’unica costante è correre, correre sempre quasi ogni giorno per evitare l’isteria. E fin che funziona – e funziona di brutto! – io corro. Per lo meno questo era quello che pensavo fino ad un mesetto fa. Poi qualche dolorino alle ginocchia, e soprattutto una smodata voglia di far vedere a tutti che corro, mi ha fatto ricalibrare gli obiettivi sportivi che non ho mai posseduto. Cioè: era meglio darsi un obiettivo. E perseguirlo con criterio.

Adesso ho una piccola tabella settimanale e una missione: trovare corse campestri nei dintorni ogni fine settimana e sfogarmi. Al momento ho all’attivo due corse: 10 k e 14 k. Ah! e ho nuovi punti di riferimenti, come il portale Runlover e, udite udite, il calendario del podista (che non è un nome finto).

Mio marito mi ha regalato un paio di scarpe da running. Mi fa sorridere se penso che era l’ultimo paio di scarpe che avrei mai pensato di farmi regalare da un uomo. Forse aspettavo proprio questo paio di scarpe, quelle giuste, per conquistare il mondo.

Spread the love

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *